Nasce a Santa Sofia (Forlì) il 9 settembre 1932. Fin da ragazzo dimostra una spiccata attitudine per il disegno.
Diciannovenne frequenta per un periodo di circa due anni a Torino lo studio dei pittori Aloisi e De Cavero; oltre alle norme accademiche di pittura e incisione apprende nozioni di disegno pubblicitario e illustrazione. In quel periodo agiscono in città grandi artisti fra cui Luigi Spazzapan e Felice Casorati e di quest’ultimo subisce per sempre il fascino.
Tornato a Santa Sofia opera per diversi anni nell’ambito del “Premio Campigna”, venendo a contatto con gli esponenti più rappresentativi dell’arte del momento sia nel campo della pittura che della critica. Agli inizi degli anni Sessanta decide di trasferirsi a Milano, lavorando nel laboratorio di scenografia del “Piccolo Teatro della Città di Milano”. Il desiderio di dedicarsi in maniera totale alla pittura e al disegno lo convince però a lasciare il teatro.
Nel 1973 allestisce la sua prima personale alla Galleria “La Nuova Sfera” con disegni a china e incisioni all’acquaforte.
Lo storico dell’arte Raffaele De Grada esprime un positivo giudizio critico e lo segnala sul Catalogo Bolatti per la grafica. Inizia così l’avventura artistica di Enzo Bellini che tuttora prosegue.
Viveva e lavorava a Santa Sofia (Forlì).
Share