Dicci chi sei, cosa fai nella vita di persona e nella vita di artista e come mai sei qui.

Sono qui perché le colline di Camo sono meravigliose e l’aria frizzantina che si respira mi da la certezza di un nuovo incontro con realtà da scoprire; la sua altura mi offre un suono di figure celesti e nella brezza di un istante mi lascerò condurre tra le immagini che adornano il paese.
Metterò su uno dei suoi muri il “SENTIMENTO SOSPESO” come si addice a questo luogo lontano dai rumori, come un’emozione, che vibra con passione e riluce di colore di terra.

La cosa che non sopporti e la cosa che ami nel mondo dell’arte?

Quando l’arte si confonde tra modelli esistenziali che conducono a un vivere relegato al mondo delle quantità, l’arte perde il suo valore di qualità.

Museo a Cielo aperto: come lo vedi il cielo sopra il progetto?

Il ciclo di nascita e morte, nell’immaginario umano, ci conduce a realizzare simboli e significati interiori che provengono dal caos dell’anima che ha bisogno di essere ricondotta in un valore riconoscibile, attraverso la sintesi di un’opera come frammento del vissuto e della ricerca che non ha mai fine. Quale luogo migliore è il museo a cielo aperto, dove il messaggio può esprimersi verso l’umanità con l’ampio respiro della spazialità?

Share