Pao, artista milanese di strada, generazione writer, ma con nuove e peculiari caratteristiche… Pao, alias Paolo Bordino, nasce a Milano nel 1977, dopo una gioventù spesa tra concerti punk e ska nel ’99 si trasferisce a Londra dove sperimenta fino in fondo l’abbruttimento della società contemporanea. Richiamato in Italia per il servizio civile è assegnato per un’innata fortuna all’ufficio di Franca Rame e del premio Nobel Dario Fo, dove impara le basi del teatro. Nel frattempo viene folgorato da un’idea: utilizzare i paracarri stradali come supporto tridimensionale per i personaggi di un fumetto. Pao incomincia per la prima volta a dipingere con lo spray pinguini e altri personaggi che suscitano stupore; e ben presto si accorge delle potenzialità che graffiti e murales hanno come strumento di liberazione dell’individuo dall’oppressione di una società sempre più grigia e meccanizzata.

 

Per vederne di più…

Share