INNESTI

In questi ultimi anni le residenze artistiche del Museo di Camo hanno avuto come base l’idea che sfidare la consueta percezione del fare Arte, integrandola nella vita quotidiana, attraverso scenari non convenzionali in grado di introdurre nuove idee nella sfera pubblica poteva essere l’unica via percorribile.
La residenza è stata concepita come un rigenerante luogo d’incontro interculturale, di scambio sociale, d’integrazione territoriale.
La residenza è stata un’opportunità per gli artisti di confrontarsi con nuove idee o di sperimentare il loro lavoro nel particolare territorio di Langa.

Ci siamo proposti di incoraggiarli nel prestare attenzione all’ambiente antropico e naturale, trovando eventualmente nuove forme di interazione tra arte, territorio e società.Il progetto per il 2020

Quest’anno è stato difficile per i motivi che tutti sappiamo. Ci siamo fermati per un po’ ma era doveroso ripartire, anche perché, parafrasando Cesare Pavese (quest’anno sarà il 70° anniversario della morte dello scrittore) “Vivere è (ri) cominciare”.

Quindi sì, dobbiamo ricominciare. Dal punto esatto in cui ci siamo fermati. Ritornare a vivere con le debite precauzioni. Ricominciare a produrre arte, con il giusto distaccamento: solo quello fisico, non “sociale”.

Il progetto previsto per il mese di luglio sarà un progetto legato alla street art, di azioni performative, di semplici gesti pittorici, di attività di semina, di ascolto, di costruzione, di relazioni.

Sarà il tentativo di superare l’antinomia tra individuo e massa, e comprendere il gesto individuale e collettivo come tramite del senso d’identità e di appartenenza alla comunità, al territorio. Un orizzonte, guardando il quale, indagare la nozione di contemporaneo.

Il progetto, battezzato INNESTI, vedrà all’opera, in ordine di arrivo:

RefreshInk (9 luglio)

Mr Fijodor e Fabio Petani (9/10/11 luglio)

Max Petrone e Nice and The Fox (15 luglio)

Ale Puro (20 luglio)

Diego Pomarico (21 luglio)

Valentina Brostean (1 agosto)

 


 

 

Condividi l’articolo

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email

Notizie correlate

Una mostra (molto) personale con sei fotografie di Gianpaolo Demartis. Dal 21 settembre al Nuraghe Lu Naracu di Telti.
THIS MUST BE THE PLACE Azioni performative del sentire   Quando: 26/9/2020 h. 19,26 Dove: Santo Stefano Belbo | CN Chi: Jimmy Rivoltella | Silvia Pastore | Velentina Cei | Davide Fasolo a cura di:...
KARNOWSKI INDAGINE ARTISTICA SUI SENSI MINORI 4 agosto 2019 ore 10.30  PINACOTECA CIVICA “Nodi che vengono al pettine: c’è un mondo da cui fanno avanti e indietro le storie prima che una porta si apra...
#COSTRUZIONI2019 Artisti in Residenza Grand Opening 4 agosto 2019 h. 9 Museo a cielo aperto di Camo, Santo Stefano Belbo (CN) Andrea Ravo Mattoni, Marco Albino La Gattuta, Giovanni Manzo, Isabella Trucco, Eleonora Pellegri, Jimmy Rivoltella,Adriano Zanni, Sabine Korth, Valentina Cei, Pamela Fantinato, Alberto Brusa, Tatiana...
  PrimaVeraRegia2019 Arte Poesia Suoni Performance 13-14 aprile 2019 Camo (CN) Frazione Santo Stefano Belbo (CN) Sedi varie Museo a cielo aperto di Camo info: 0141840100 museoacieloapertodicamo.it     La primavera è per antonomasia la...
#COSTRUZIONI2018 Daniela M. Guggisberg  Scultore dal 3 agosto in Esposizione presso il Giardino dell’Arte Camo Daniela Guggisberg è nata a Zurigo in Svizzera nel 1963. Vive e lavora a Sale San Giovanni (CN) La vita...

Indirizzo: Piazza Municipio
Città: Camo
Area: Cuneo
Regione: Piemonte
CAP: 12050
Paese: Italy

+39 014 1840100
info@museoacieloapertodicamo.it
www.museoacieloapertodicamo.it
CURATORE Claudio Lorenzoni